LA PIAZZA DI ODERZO e VIAGGIO DI RITORNO di FABIO DOTTA

Su “ARCHIVIO” sia di Aprile che Maggio 2021 è pubblicata (pag. 30 e pag. 38) una delle prime acqueforti di Fabio Dotta: “VIAGGIO DI RITORNO”. Ispirata ai “Testi delle Piramidi”: “Le barche solari celesti sono a disposizione di questo faraone per consentirgli di attraversare i cieli e raggiungere l’orizzonte, fino al luogo in cui nacquero gli dèi e dove è nato lui stesso”. E’ un’opera ricca di significati: squali che rappresentano il mondo capitalista vorace a cui si contrappone la croce cristiana dell’umiltà e del rispetto, campanelle sonanti, fogliame sullo scafo, l’artista al centro accompagnato dall’ angelo custode femminile (entrambi sedie animate dotate di luce che avanzano controcorrente per uscire dalla pattumiera di questo mondo). Si allega anche “La piazza di Oderzo (Giostre ad Oderzo del 2019)” pubblicata a pag. 93 di 220 a Perugia nel catalogo della Biennale Diego Donati conclusa 4 mesi fa.

FABIO DOTTA BIENNALE DIEGO DONATI PERUGIA

FABIO DOTTA ARCHIVIO MAGGIO 2021 VIAGGIO DI RITORNO