n° 8 VIDEO DOCUMENTARI SU RIGA GIRATI DAL PROF. FABIO DOTTA NELL’ESTATE 2018

Nell’estate del 2018 il prof. Fabio Dotta ha girato n°8 video documentari sulla città di Riga in particolare sull’architettura liberty dal 1899 al 1914,  sul “Cimitero dei Fratelli di Riga” 1915 -1936, sul Museo etnografico lettone e sul memoriale di Salaspils. Sotto l’indirizzo di alcuni di essi da guardarsi con lo smarthphone visto che la registrazione è stata effettuata con un semplice smarthphone. Tutti i documentari sono visibili sul canale youtube di Fabio Dotta.

Art Nouveau a Riga – YouTube

 3:02

Latvian Ethnographic Open Air Museum – YouTube

 4:03

“Rigas Brāļu Kapi” Nuova introduzione del prof Fabio Dotta – YouTube

 10:08

Jugendstil Riga Brīvības iela Ģertrūdes iela – YouTube

 4:22

The Salaspils Memorial Ensemble “Beyond these gates the … – YouTube

 2:24

 

BATMAN di FABIO DOTTA “COMICS AND CARTOONS”

“BATMAN” la puntasecca su lastra di alluminio di Fabio Dotta pubblicata a pagg. 43 di 120 nel catalogo 2018 del “Fourth International Ex Libris Meeting” – Regione Lombardia. Alla competizione 2018 hanno partecipato n° 261 artisti (n°78 italiani e n°183 stranieri) in rappresentanza di n°33 paesi diversi.

FABIO DOTTA e BATMAN concorso internazionale 2018

FABIO DOTTA DAL 28/07/18 CON 4 ACQUEFORTI AL “TAIYUAN ART MUSEUM” – SHANXI – CINA

N°4 acqueforti su rame di Fabio Dotta saranno esposte dal 28/07/18 nel famoso “Taiyuan Art Museum” in Cina. Le opere d’arte incisoria “La foresta della maternità”, “Il canneto”, “Il faro della Vittoria” e “La liberazione degli animali della schiavitù” sono state selezionate al concorso internazionale “Shanxi China “Print & Family Tradition” Contest. Un onore considerando che è uno dei primi musei della Cina (1919) completato nel 2005 con oltre 500.000 tra cimeli culturali e libri antichi in una città di 4.330.600 abitanti capitale della provincia dello Shanxi. (Sotto le opere esposte nel celebre Museo).

LE OPERE ESPOSTE IN LUGLIO 208 IN CINA

ACQUEFORTI DI FABIO DOTTA PUBBLICATE NEL MENSILE “ARCHIVIO” NEI PRIMI 5 MESI DEL 2018

Sequenza da Febbraio a Maggio 2018 di tutte le acqueforti di Fabio Dotta pubblicate nella città rinascimentale di Mantova dal mensile d’arte “Archivio”. Ben n°10 incisioni sono state pubblicate solamente nel mese di Febbraio. Alcune opere dell’artista realizzate dal 2009 al 2018 sono relative a città del nord Italia quali Trieste, Bassano del Grappa, Oderzo, Muggia, Duino e Torino. Ultimamente l’artista ha prodotto incisioni inerenti architetture dell’ area baltica in particolare sulla metropoli avanzata di RIGA (Lettonia) e su Trakai e il Mar Baltico (Lituania). Presente nel numero di Maggio 2018 la sua prima acquaforte su rame del 2009 dal titolo “Io ed il femminile”.

FABIO DOTTA da FEBBRAIO a MAGGIO 2018 ARCHIVIO

FABIO DOTTA IN LIBRI, CATALOGHI E MENSILI D’ARTE ITALIANI, EUROPEI E CINESI

Copertine di libri, cataloghi e mensili ITALIANI (2009 – 2017) che contengono opere di Fabio Dotta: pubblicati nelle Marche, Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Sicilia e Veneto. Il più importante nella foto è il catalogo della Biennale dell’Incisione 2017 della città di Bassano del Grappa. In basso a destra una dozzina di numeri di “ARCHIVIO” sovrapposti: il mensile di arte e cultura viene stampato a MANTOVA ed ha pubblicato dal Marzo 2016 (quasi ininterrottamente per oltre un anno) svariate decine di opere incise da Fabio Dotta dalla fine del 2009 al 2017.

FABIO DOTTA LIBRI PUBBLICATI IN ITALIA

Copertine di n°11 cataloghi INTERNAZIONALI (2014 – 2017) che contengono opere di Fabio Dotta. I libri sono stati pubblicati in occasione di competizioni internazionali in Bulgaria, Bielorussia, Polonia e Cina. I più importanti sono i tre in basso relativi (da sinistra a destra) alla III° e IV° Biennale Internazionale dell’incisione a Guangzhou ed alla III° internazionale Expo di Chang Zhou in Cina (NOTA BENE: mancano cataloghi internazionali editi recentemente in Spagna, Serbia e Polonia ove l’artista è presente).

 FABIO DOTTA LIBRI INTERNAZIONALI

ACQUEFORTI DI FABIO DOTTA PUBBLICATE IN CINA ALLA III° INTERNAZIONALE EX LIBRIS EXPO CHANG ZHOU

Ancora un prestigioso segno messo a colpo da Fabio Dotta in CINA con la pubblicazione recente a pag. 71 di 132 pagg. di due acqueforti nel prezioso libro patinato (28,5 x 21 cm) della “Terza Internazionale Ex Libris EXPO” di Chang Zhou. Dopo l’Italia e a pari merito la Bulgaria e Polonia è la CINA il terzo stato al mondo che ha valorizzato l’opera grafica di Fabio Dotta. Un sincero grazie alla Repubblica Popolare Cinese e un impegno di Fabio Dotta a continuare ad impegnarsi per questa importante nazione.

ACQUEFORTI DI FABIO DOTTA PUBBLICATE IN CINA Attestato FABIO DOTTA 3 INTERNAZIONALE EX LIBRIS CHANG ZHOU COPERTINA LIBRO 3th INTERNATIONAL EX LIBRIS CHANG ZHOU

IL SERVIZIO DI RAI 3 DEL 02/03/18 ALLA SCUOLA LIBERA DELL’ACQUAFORTE DELL’UNIVERSITA’ POPOLARE DI TRIESTE

Venerdì 02/03/18 RAI 3 tra le 7.47 e 7.56 circa ha mandato in diretta televisiva in più sequenze un servizio dedicato alla “Scuola libera dell’acquaforte di Trieste” diretta dal prof. Franco Vecchiet. E’ stato ripreso per pochi attimi di spalle, in viso e mentre aziona il torchio anche Fabio Dotta mentre per un periodo prolungato sono state mostrate delle sue incisioni tra cui “Il Faro della Vittoria” e “Regina Lituaniae 300” dedicata alla Madonna. Ecco il link per vedere la trasmissione http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-d5220c03-94dc-490c-812c-9bf62ccdeb06.html

IL CAVALIERE STANCO E FERITO DI BRALU KAPI (RIGA), Tecnica mista 47 x 32 cm, fine 2017

Il quadro di Fabio Dotta (fine 2017) rappresenta uno dei gruppi scultorei mediani del “Cimitero dei fratelli di Riga – Bralu Kapi” (sito commemorativo centenario più importante lettone). Si vede il cavaliere stanco e ferito e parte della geometria del sepolcreto principale. Dell’ area di 9 ha il prof. Dotta ha realizzato varie dettagliatissime opere: l’immane rilievo planimetrico, la sua più grande incisione fino ad oggi realizzata (dalla “Terrazza degli eroi” mira prospetticamente verso il “Muro della Lettonia”), una prospettiva dell’ingresso principale, dettagli di gruppi scultorei tra cui quello situato sull’ingresso secondario ovest. L’artista intende onorare nel mondo: lo scultore Karlis Zale, il paesaggista Andrejs Zeidaks e gli architetti e scultori coordinati dal prof. Peteris Feders. Con il monumento militare della I° guerra mondiale lungo quasi mezzo kilometro, pieno di energie e simbologie, è stato stabilito un legame unico e talmente profondo che Fabio Dotta continua a produrre opere d’arte e scritti sul “Bralu Kapi”.

IL CAVALIERE STANCO E FERITO DI BRALU KAPI (RIGA)_47x32IL CAVALIERE STANCO E FERITO DI BRALU KAPI (RIGA)_dettaglio