IL FIUME DAUGAVA A RIGA (Tecnica mista 46 x 32 cm – 2017)

E’ uno dei vari quadri realizzati ad oggi dall’artista Fabio Dotta inerenti la città di Riga (Rīga): nella metropoli sul Baltico vi sono n°54 musei ed il 40% delle architetture del centro storico (patrimonio UNESCO) sono Liberty. Si vedono 3 dei 5 ponti sulla Daugava (e si intravede in basso a sinistra il quarto ponte “Akmens tilts”), la vitrea ed asimmetrica biblioteca nazionale lettone (“castello di luce”) con i suoi 13 piani e 4.500.000 volumi, il ponte arcuato ferroviario e l’altissima torre della televisione di epoca sovietica (1986). Con i suoi 368 m è l’edificio più alto dell’area baltica ed è considerata per la purezza delle sue linee uno dei modelli più riusciti di architettura tardo sovietica (arch. Asaris). E’ visitabile nell’isola Zakusala  fino ai suoi 97 m da terra. La Daugava (Bielorusso: Дзвіна, Заходняя Дзьвіна, russo: Западная Двина́) è un fiume lungo 1.020 km (di cui 352 km lettoni) che nasce nel Rialto del Valdaj nell’oblast russo di Tver e sfocia nel golfo di Riga nel Mar Baltico. Esiste anche un museo dedicato a questo bel fiume: Dole Island, Salaspils, Rigas rajons, LV-2121.

IL FIUME DAUGAVA A RIGA _Fabio DOTTA 2017

FABIO DOTTA CATALOGO ACQUEFORTI 2009-2017

Domenica 27/08/17 dopo mesi e mesi di lavoro è stato pubblicato il nuovo catalogo di n°66 incisioni realizzate da Fabio Dotta (pagg. 112) negli ultimi otto anni. Già oggi moltissimi quadri presenti in questo libro / catalogo sono pubblicati in Cina, Italia, Polonia, Russia Bianca, Romania e Bulgaria. Il libro contiene ben n°160 immagini, una sezione allegata con 9/10 tra dipinti ad olio e tecniche miste realizzati negli ultimi anni e le foto di quasi tutti i libri, cataloghi e mensili in cui sono pubblicati quadri di Fabio Dotta.

[IT] Clicca sull’immagine della copertina per scaricare gratuitamente il PDF.

[EN] Click on the cover above to download the PDF file.

[FR] Cliquez sur l’image pour télécharger le catalogue.

 

FINO AL 30/09/17 – MUSEO NAZIONALE DI WROCLAV – EX LIBRIS GENERALE TADEUSZ KOSCIUSZKO (1746-1818)

La mostra presenta centinaia di ex libris del concorso internazionale organizzato dal “Museo Nazionale di Wroclaw” e l’Agenzia di Iconografia “Kosciuszko” di Krzysztof Lachowicz per onorare l’anno di giubileo del generale, pittore, ed ingegnere polacco Tadeusz Kosciuszko che combatté per l’indipendenza polacco – lituana ma anche negli Stati Uniti. Fabio Dotta artista direttamente invitato tramite lettera dal museo a partecipare è presente con opere realizzate sette mesi fa.

The exhibition features several dozen of bookplates awerded in the 11th edition of the International Kosiuszko Bookplate Competition,organized by the Panorama of the Battle of Raclawice, a branch of the National Museum in Wroclaw and Krzysztof Lachowicz’s Native Iconography Agency “Kosciuszko”, honouring the Tadeusz Kosciuszko Jubilee Year.

attestato estate 2017 FABIO DOTTA

ACQUEFORTI DI FABIO DOTTA SU TRIESTE, MUGGIA ED ODERZO ALLA “CASA MUSEO SARTORI” A CASTEL D’ARIO (MN)

Sotto il mensile mantovano di arte e cultura “ARCHIVIO” (Maggio 2017) con pubblicate 3 acqueforti su rame di Fabio Dotta: “Il casone di Piavon (Oderzo)”, “Il faro della Vittoria” e “L’esercito della pace arriva a Muggia”. Nei numeri di Marzo ed Aprile sono state pubblicate rispettivamente a pag. 36 e 37 altre 2 incisioni: “Il Canneto” e “Dal castello di San Giusto”. Le opere sono conservate alla “Casa Museo Sartori” a Castel d’Ario (MN).

VISIONI D'ITALIA MUSEUM_MAGGIO 2017_FABIO DOTTA

IL QUADRO SU MUGGIA DI FABIO DOTTA ALLA 4th INTERNAZIONALE DELL’INCISIONE A GUANGHZHOU (CINA)

Sotto l’acquaforte su Muggia pubblicata ed esposta in Cina alla IV° Internazionale dell’incisione di Guangzhou. Ben n°1481 artisti concorrenti da 50 nazioni e solo n°336 selezionati. Si immagina l’arrivo nel mandracchio di Muggia di tre imbarcazioni fantastiche: la più corposa è riempita di doni, cuscini, pentolame e un tronco-scultura con ramificazione spiraliforme. La meridiana solare e le scritte “pace” in sei lingue non esistono negli edifici prospettanti il bacino attorno il quale si sviluppa la città situata nell’estremo confine orientale italiano. Proprio tale confine è stato martoriato nel 1900 da guerre fratricide e nella vicina Trieste sventolarono nel Novecento ben sei diverse bandiere.

OPERA SU MUGGIA

QUINTA BIENNALE DI INCISIONE CITTA’ DI BASSANO DEL GRAPPA (01/04/17 – 21/05/17)

Sotto il catalogo e l’elenco degli artisti premiati e di tutti coloro che nelle due sezioni hanno superato la selezione per la prestigiosa V° Biennale di Bassano del Grappa sviluppando soprattutto incisioni, opere di grafica computerizzata e video con tema i musei di Bassano e la loro comunicazione. La mostra si terrà a Bassano tutta Aprile e sino al 21 Maggio 2017 al Museo Civico di piazza Garibaldi 34 della città rivierasca del fiume Brenta. Visita Bassano la gloriosa città dei musei unità dal ponte ligneo di Andrea Palladio: la città della ceramica, della grappa, dell’arte incisoria, dei giardini del famoso naturalista Alberto Parolini  (1788 – 1867), del Brenta e dall’atmosfera unica dell’arco alpino Veneto.

BIENNALE DI BASSANO 2017

Bassano del Grappa

FABIO DOTTA 220 OPERE 1991-2015 (320 IMMAGINI) Ascoltando “Dancing with myself” decisi di diventare manager di me stesso ed iniziai a raccontarmi: questo libro è il più alto esempio di tale pensiero: staremo a vedere! (F. Dotta)

COPERT. LIBRO FABIO DOTTA 1991_2015 220 OPERE alleg[IT] Clicca sull’immagine della copertina per scaricare gratuitamente il PDF.

[EN] You can download the PDF file by clicking on the picture.

[FR] Cliquez sur l’image pour télécharger le catalogue.

[IT]
Il libro, di 150 pagine, è diviso in n°6 capitoli e, attraverso 320 immagini, è possibile vedere la produzione artistica ed architettonica di Fabio Dotta dal 1991 al 2015. Molti quadri sono su Trieste, Oderzo, Conegliano e Venezia. Solo le tecniche miste sono n°83.

[EN]
The book has 150 pages and six chapters. There are 320 pictures, through that you can see the artistic and architectonic Fabio Dotta’s production (1991 – 2015).
A lot of pictures are about Trieste, Oderzo, Conegliano and Venice’s cities.RETROCOPERINA DEFINITIVA 2015 alleg

(ULTIMA PAGINA DEL LIBRO – (PROTETTO DA © COPYRIGHT)

immagine FABIO DOTTA 2015

FABIO DOTTA consegue I° premio immagini al concorso “ClimateChange – Opportunità nel cambiamento” (EXPO MILANO 24/10/15-SPAZIO EVENTI UNIVERSITÀ’ MILANO BICOCCA)

Nello “Spazio Eventi Università Milano Bicocca” all’Expo di Milano sabato 24/10/15 l’artista Fabio Dotta ha conseguito il I° premio sezione immagini (concorso ClimateChange 2015) con il suo quadro più famoso ad oggi  “Sogno di Trieste con ara macao sul molo Audace”. Sotto da sinistra il prof. di biologia (direttore Master biologie sottomarine e cambiamenti climatici) Paolo Galli (Univ. Milano), Bianca Nardon (Presidente Shylock C.U.T. – Univ. Venezia), l’ing. spaziale Fabio Cian, lo scienziato belga Frank Raes (esperto di cambiamenti climatici) e il famoso fotografo australiano Adam Sébire: sul video proiettato il quadro di Fabio Dotta (segue la locandina dell’evento e una foto dell’ artista nei pressi del padiglione della Russia). L’opera sarà pubblicata nel libro “L’ultima ape” del prof. di matematica Nicola Tonelli visto che un capitolo si svolge interamente nella città di Trieste.

FABIO DOTTA PRIMOPREMIO IMMAGINI EXPO MILANO 24 OTT 2015